Scuole e Corsi - Psicologia - Psicoterapia - Comunicazione, Marketing e Risorse Umane

APL: Associazione Psicologi della Lombardia - Milano

APL
Associazione Psicologi della Lombardia

DIREZIONE
Milano: per info tel. 0332.1691539 - cell. 346.5173935 - fax 0332.1692633
Padova: per info tel. 0332.1691539 - cell. 346.5173935 - fax 0332.1692633
Firenze: per info tel. 0332.1691539 - cell. 346.5173935 - fax 0332.1692633
www.psicologilombardia.it

Il massaggio neonatale dolce. Favorire la relazione madre bambino attraverso il massaggio
di Laura Cociancig


Dott.ssa Laura Cociancig
Psicologa, Psicoterapeuta in Analisi Bioenergetica, Operatrice di massaggio neonatale.

Il massaggio neonatale dolce. Favorire la relazione madre bambino attraverso il massaggio

La madre e il suo bambino uniti in una profonda esperienza di contatto emotivo che passa attraverso le mani, la pelle e lo sguardo.
Il tatto è il senso più importante che abbiamo ed il primo a svilupparsi. Da esso dipende la coscienza e la percezione che abbiamo di noi stessi e del mondo intorno a noi.
Il nostro corpo, infatti, è interamente ricoperto dalla pelle.
La pelle è l'organo più sensibile che abbiamo, è il nostro primo mezzo di comunicazione ed è anche tra i più efficienti mezzi di protezione. Possiamo vedere, ascoltare, pensare a qualcosa, ma è attraverso il tatto che questo "qualcosa" entra a far parte della nostra esperienza di vita.
Così come il corpo possiede una sua memoria implicita, anche la pelle può riportare antiche memorie che provengono dall'ambiente intrauterino o dalle prime esperienze di contatto con il corpo della madre.
Queste primarie esperienze sensoriali rappresentano le basi del Sé neonatale che condizioneranno lo sviluppo futuro del bambino e la sua relazione con le figure di attaccamento.
Ecco perché è di fondamentale importanza proteggere questo periodo sensibile e prevenire ogni possibile trauma durante il periodo primale (ossia quello che va dal concepimento fino a tutto il primo anno di vita del bambino).
Tatto e contatto. La pelle, con i suoi numerosissimi recettori sensoriali, ha un ruolo fondamentale nei meccanismi di auto-regolazione del sistema nervoso, agendo sulla omeostasi generale dell'organismo e nella relazione primaria madre-bambino.
Il tatto e il contatto in questa primissima fase di vita sono, dunque, fondamentali per stabilire una relazione affettiva sicura e amorevole.
Anche la nascita assume un valore fondante e fondamentale nel futuro sviluppo psichico/motorio del bambino. Il dottor Terence Dowling, ad esempio, ritiene che la nascita condizioni il copione della propria vita. A tale proposito alcune ricerche riportano un'incidenza sensibilmente più alta di fattori di rischio connessi alle nascite pretermine (nell'incubatrice le possibilità di contatti corporei con la madre sono molto limitate) rispetto a quelle portate a termine.
Il massaggio neonatale interviene in questo periodo "sensibile" favorendo il contatto e lo sviluppo di una relazione madre-bambino sicura, amorevole e accogliente soprattutto in quei casi in cui questo legame sia stato precocemente interrotto.
Eva Reich e il massaggio neonatale dolce. Eva Reich fu una pediatra degli anni '50, figlia di Wilhelm Reich (1897-1957), medico e psicoanalista. Il padre studiò, tra le altre cose, lo sviluppo precoce dei blocchi muscolari ed emotivi. Secondo W. Reich, per prevenire la formazione di una "armatura caratteriale" muscolare ed emozionale occorre intervenire nelle prime fasi di vita del bambino, ristabilendo il contatto vitale e pulsante tra la madre e il bambino.
Eva Reich ha continuato l'opera di prevenzione e ha elaborato le tecniche della bioenergetica dolce, portando in tutto il mondo il suo lavoro con il concetto di "Umanizzazione dell'umanità fin dal concepimento".
Eva Reich iniziò ad applicare il massaggio bioenergetico dolce sui neonati prematuri al fine di ripristinarne le funzioni vitali e di poter agire sul trauma della nascita sciogliendo la contrazione originaria ad esso legata.
Tale massaggio, che si effettua tramite un tocco molto delicato (come appunto fosse eseguito da "ali di farfalla"), consente di agire sulla persona nella sua interezza fisica, mentale e affettiva.
In virtù della sua delicatezza, questo massaggio si rivela particolarmente appropriato per neonati, donne in gravidanza, coppie in attesa e neo-madri che desiderino imbastire un profondo legame con il proprio piccolo.
I Benefici sul neonato:
  • armonizza tutte le funzioni vitali (respirazione, battito cardiaco, circolazione, peristalsi);
  • rinforza il sistema immunitario e la salute del bambino;
  • rinforza il legame della diade mamma-bambino;
  • previene i disturbi psico-somatici;
  • allevia le conseguenze di nascite ed eventi traumatici.
A chi è rivolto il massaggio? Il massaggio neonatale è un massaggio delicato e intimo nato in origine per i bambini prematuri o nati con parti traumatici. Ora viene insegnato a tutte le mamme o agli operatori che si occupano di salute perinatale. Viene insegnato anche alle coppie e può essere utilizzato anche nel trattamento con pazienti adulti come intervento terapeutico.
È indicato per:
  • promuovere un attaccamento sicuro.
    L'attaccamento madre-neonato rappresenta uno dei pilastri della salute psico-fisica del bambino. Il massaggio neonatale permette di favorire la relazione affettiva tra madre e neonato e di ridurre il rischio di malattia;
  • interventi nell'ambito delle patologie perinatali e prenatali.
    Il massaggio aiuta a sciogliere i blocchi energetici che vanno a formarsi nei primi mesi di vita a causa di nascite premature o traumi pre-post natali;
  • supportare la madre: "Mothering the mother".
    Le donne in attesa, così come le neo-madri, vivono spesso l'esperienza della nascita con intensa ansia. Accogliere il loro bisogno di poter essere rassicurate su ciò che stanno vivendo, tramite informazioni chiare e "contenute" con un massaggio strutturato leggero, permette di sostenere empaticamente la madre e potenziarne l'attività pulsatoria vitale.
APL: Associazione Psicologi della Lombardia
Milano: per info tel. 0332.1691539 - cell. 346.5173935 - fax 0332.1692633
Padova: per info tel. 0332.1691539 - cell. 346.5173935 - fax 0332.1692633
Firenze: per info tel. 0332.1691539 - cell. 346.5173935 - fax 0332.1692633
www.psicologilombardia.it