Guida alle Scuole di Specializzazione in Psicoterapia riconosciute

ARPCI. Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale - Roma

A.R.P.C.I.
Associazione per la Ricerca in Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale

Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale - Roma

Riconosciuta dal MIUR (D.D. 17.3.2003 - G.U. n. 96 del 26.4.2003)
DIREZIONE
Roma: Circonvallazione Appia, 50 - tel. 339.3922335
Per INFO - www.arpci.it
INDIRIZZO TEORICO
Alla base dell'indirizzo scientifico e culturale della Scuola ci sono i contributi offerti dalla teoria dell'attaccamento di John Bowlby, quelli dell'approccio cognitivo post-razionalista, riferibile in particolare all'opera di Vittorio Guidano, e quelli della terapia interpersonale riconducibili all'opera di Lorna Benjamin.
Elemento comune ai tre modelli è il concetto di modello operativo interno (MOI) elaborato da Bowlby, assimilabile agli schemi cognitivo-emotivi di Guidano e alle Important Persons and their Internalized Representations (IPIR) della Benjamin.
Il sistema terapeuta-paziente e la pratica clinica nella Scuola
Il modello cognitivo-interpersonale si basa sull'ipotesi che il funzionamento cognitivo di ogni individuo ha origine nelle esperienze relazionali che ognuno vive a partire dalla propria nascita.
L'integrazione del modello cognitivo con quello interpersonale ha lo scopo di offrire un'equivalente importanza sia ai processi relazionali dell'individuo lungo tutta la sua storia evolutiva sia alle modalità cognitive con le quali attivamente seleziona determinate informazioni dall'ambiente, inserendole in un ordine di significato che può rilevarsi più o meno funzionale o adattativo per la persona.
Proprio per questo la teoria dell'attaccamento di Bowlby si offre come un terreno comune agli altri due modelli, quello di Guidano e quello della Benjamin.
Nel modello cognitivo-interpersonale, il setting è il luogo in cui si crea la relazione terapeuta-paziente, la cui funzione è di modificare gli aspetti semantici dei processi cognitivi espliciti e di permettere la riorganizzazione dell'esperienza soggettiva del paziente.
Il paziente reagirà con aggressività, con ostilità, con collera o con compiacenza, o con disprezzo, con indifferenza, con incoerenza... in funzione degli stili di attaccamento distorti che ha incorporato a partire dalla sua infanzia.
Il tentativo di controllare, di aggredire, di svalutare o di sedurre il terapeuta può essere letto come indicatore dell'instaurarsi di un legame di attaccamento tra il paziente e il terapeuta e della resistenza del paziente a cambiare i propri modelli operativi.
Nel processo terapeutico fondato sulla teoria dell'attaccamento si cerca di fare in modo che il paziente non escluda più, dalla sua cognizione, quei dati che possono fargli attivare il sistema dell'attaccamento, e che faccia i conti con l'inevitabile dolore che questo comporta.
Attili sottolinea come secondo Bowlby sia più che mai necessario attivare i sistemi di memoria quale procedura per rendere compatibile ciò che è immagazzinato nella memoria episodica con quanto può venir recuperato dalla memoria semantica, ovvero per eliminare l'incongruenza tra quanto è effettivamente accaduto e i significati dati agli eventi dai genitori, e assunti come veri dai pazienti.
Il racconto della propria autobiografia porta a un cambiamento nei propri modelli operativi interni non solo attraverso la promozione di processi cognitivi.
La ricostruzione degli internal working models (IWM) o modelli operativi interni (MOI) può avvenire a condizione che i ricordi portino anche a una riattivazione di quelle emozioni che le modalità allevanti delle figure di attaccamento avevano bloccato o trasformato.
DESTINATARI
L'accesso è consentito ai Laureati in Medicina e Chirurgia e in Psicologia.
DIRETTORE SCIENTIFICO
Prof.ssa Grazia Attili
PRESIDENTE
Dott. Gennaro Scione
Scione Editore Roma
Rivista di Sessuologia: quello che la caratterizza è la peculiarità di considerare la Sessuologia oggetto di studio di più discipline, che in maniera imprescindibile contribuiscono ad accrescere il sapere sessuologico.
La Rivista infatti accoglie lavori medici e psicologici, clinici, teorici e di ricerca, ma anche riflessioni filosofiche, letterarie e giuridiche, studi sociologici e antropologici, riflessioni e studi pedagogici, educativi ed etici, rimanendo aperta a tutte le branchie del sapere.
COMITATO SCIENTIFICO
Prof.ssa G. Attili, Dott.ssa L. Stentella, Dott. G. Liotti, Prof. N. Dazzi, Prof. A. Picardi, Prof. M. Ammaniti
SEDE DIDATTICA
Roma: Circonvallazione Appia, 50
PROGRAMMA
Materie d'insegnamento
  • Psicopatologia
  • Psichiatria
  • La misura dell'attaccamento normale e patologico in età infantile
  • Colloquio clinico e formulazione del caso clinico
  • Analisi della domanda e programmazione dell'intervento
  • Scienze del significato
  • Teoria della personalità e sviluppo dell'identità personale
  • Teoria ricostruttiva interpersonale
  • Teoria dell'attaccamento tra evoluzionismo e cognitivismo
  • Biologia applicata
  • La relazione precoce di attaccamento e formazione dei modelli operativi interni
  • Le teorie dei sistemi
  • Il processo di differenziazione normale e patologico
  • Psicodinamica di gruppo
  • Psicologia e fenomenologia delle emozioni
  • Psicologia e fenomenologia del linguaggio e del pensiero
  • Psicologia e fenomenologia dell'intersoggettività
  • Psicoterapia interpersonale
  • Adult attachment interview
  • Disturbi psicologici dell'età evolutiva
  • Attaccamento e psicoterapia di coppia
  • Attaccamento e psicoterapia della famiglia
  • Sessuologia clinica
  • Disturbi d'ansia: diagnosi e trattamento
  • Affidamento e adozione
  • Psicoanalisi e cognitivismo
  • Laboratorio esperienziale: analisi dell'esperienza e processo diagnostico
  • Temi di psicoterapia applicata
  • Discussione casi clinici
  • Supervisione casi clinici
  • Teoria dell'attaccamento e sistemi complessi
  • Principi e metodologia della psicoterapia cognitiva post-razionalista
  • Psicoterapia del bambino
  • Modello interpersonale e psicopatologia
  • Psicoterapia dell'adolescente
  • Psicoterapia e psicofarmacologia
  • Disturbi di personalità: diagnosi e trattamento
  • Le psicosi: diagnosi e trattamento
  • Psicologia clinica delle nevrosi
  • Attaccamento e relazione terapeutica
  • Depressione: diagnosi e trattamento
  • Clinica psichiatrica
  • Psicopatologia e psicoterapia delle relazioni d'attaccamento
  • Modello interpersonale e psicoterapia
  • Le dipendenze patologiche: diagnosi e trattamento
  • La doppia diagnosi
  • Psicopatologia e malattie organiche
  • Psicodiagnosi e trattamento delle devianze
  • Disturbi alimentari: diagnosi e trattamento
  • Attaccamento e modelli operativi interni nell'arco della vita
  • Funzioni e significati del sintomo
  • Casi di assessment e relazioni psicodiagnostiche
  • Supervisioni cliniche
  • Temi di psicoterapia applicata
  • Laboratorio esperienziale
  • Casi clinici
MODALITÀ DI ISCRIZIONE
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria tramite il form sottostante oppure al numero 339.3922335.
DIPLOMA
Al termine del quadriennio, viene rilasciato il titolo di Psicoterapeuta (titolo equipollente alla specializzazione universitaria per l'accesso ai pubblici concorsi).


Scarica il modulo di iscrizione: Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale - Roma.


Contatta A.R.P.C.I.: Associazione per la Ricerca in Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale
Nome e Cognome:
Mail (obbligatorio):
Telefono (Opzionale):
Informazioni richieste:



A.R.P.C.I.: Associazione per la Ricerca in Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale
Roma: Circonvallazione Appia, 50 - tel. 339.3922335
www.arpci.it