Guida ai Master e Corsi di Psicologia per professionisti

IGEA. Corsi: Training Autogeno; DSA; Criminologia - Pescara, Roma, Bari, Napoli, Firenze, Cesena

IGEA
Centro Promozione Salute

Corsi: Training Autogeno; Tutor DSA; Criminologia; Assistente per l'Infanzia; Progettazione sociale; LIS - Lingua dei Segni Italiana - Pescara, Roma, Bari, Napoli, Firenze, Cesena

DIREZIONE
Pescara: Piazza Duca D'Aosta, 28 - 085.2405332 - 348.6616421
Napoli: per info 085.2405332 - 348.6616421
Roma: per info 085.2405332 - 348.6616421
Bari: per info 085.2405332 - 348.6616421
Firenze: per info 085.2405332 - 348.6616421
Forli'-Cesena (Cesena): per info 085.2405332 - 348.6616421
www.igeacps.it
MASTER CORSI DI FORMAZIONE IN PSICOLOGIA 2018-2019
CORSO DI TRAINING AUTOGENO
Corso: 'Operatore di Training Autogeno'
Durata: 48 ore (16 ore FAD + 2 weekend a Napoli o a Pescara)
Pescara, 27-28 Ottobre, 24-25 Novembre 2018

Presentazione
Il Training Autogeno (TA) è una tecnica di rilassamento basata sulla correlazione tra stati psichici (in particolare le emozioni) e aspetti somatici dell'individuo.
Ogni esperienza infatti è mediata dal soma: attraverso cui si può accedere, usando una sorta di corsia preferenziale, all'origine dell'esperienza stessa.
Indurre volontariamente a livello corporeo delle risposte tipiche degli stati di quiete ha riflessi sull'autopercezione a livello cognitivo della propria condizione emozionale e produce una risposta somatica coerente con l'induzione stessa; in pratica la modifica dell'assetto psicofisiologico del soggetto si inserisce in un processo che si auto determina (autogeno, appunto) partendo dal soma per arrivare alla psiche per tornare al soma e così via.
Il Training Autogeno, come dimostra la letteratura scientifica, non è una tecnica basata sulla suggestione: le modifiche che si producono con un adeguato allenamento hanno carattere di stabilità e costanza nel tempo, fattori questi assenti sia nella suggestione in senso generale sia nella suggestione ipnotica che proprio per questo talvolta incontra limitazioni nella sua applicazione.
La differenza tra questa tecnica e le altre tecniche di rilassamento o meditazione risiede proprio nei correlati fisiologici rilevabili con mezzi obiettivi, legati a un'effettiva e stabile modifica a livello neurofisiologico che produce a sua volta una modifica nella risposta emozionale che un soggetto ha rispetto a un evento di natura stressante.
Sedi di svolgimento
Pescara: Piazza Duca D'Aosta, 28.
Napoli: Via Francesco Lomonaco, 3.
Durata
Il Corso ha una durata di 48 ore (16 ore FAD + 2 weekend a Napoli o a Pescara).
Gli iscritti hanno accesso alla piattaforma e-learning, per svolgere lo studio in modalità FAD, 10 giorni prima del primo giorno in aula.
Metodologia
Il Corso, esperienziale, prevede: esperienze guidate, discussione dei vissuti soggettivi, stili personali di conduzione.
Attraverso questa metodologia vengono appresi i sei esercizi base:
- pre-esercizio della Calma
- Pesantezza
- Calore
- Respiro
- Cuore
- Plesso solare
- Fronte fresca


Programma
La formazione esperienziale è integrata con approfondimenti di carattere teorico sui seguenti contenuti:
- presupposti teorici del TA
- indicazioni, controindicazioni e utilizzo del TA
- basi neurofisiologiche e psicologiche del TA, concetto di ideoplasia
- stati di coscienza, orientamento dell'attenzione e concentrazione
- concetto di autoregolazione, respiro e controllo emozionale
- corpo come luogo dei sintomi, corpo come luogo di sensazioni e del senso di sé
- processo di accettazione della propria sfera affettiva nel TA
- significato psicologico, fisiologico ed esistenziale dei diversi esercizi
- esperienza del sé psico-corporeo negli esercizi di base
- controindicazioni specifiche dei singoli esercizi
- ambiti di applicazione e utilizzo (clinico e non clinico) del TA: Psicoterapia, medicina, sport, riabilitazione, educazione, meditazione

Frequenza
La frequenza è obbligatoria per almeno l'80% del monte ore.
Modalità di iscrizione
Per informazioni e iscrizioni contattare la segreteria tramite il form sottostante oppure ai numeri: 085.2405332, 348.6616421.
Attestato
Viene rilasciato l'Attestato di "Operatore di Training Autogeno - Esercizi Inferiori".
Chi lo desidera può inserire il proprio nominativo e i propri recapiti nel registro degli Operatori di Training Autogeno del Centro.

Contatta IGEA: Corso: 'Operatore di Training Autogeno' - Pescara - Napoli
Nome e Cognome:
Mail (obbligatorio):
Telefono (Opzionale):

Dove vuole svolgere la Formazione?      
Informazioni richieste:


Scarica il pdf: IGEA: Corso: 'Operatore di Training Autogeno' - Pescara - Napoli
CORSO DI CRIMINOLOGIA
Corso: 'Criminologia, Tecniche di interrogatorio e rilevazione della menzogna'
Durata: 1 weekend
Roma, 27-28 Ottobre 2018

Obiettivi
La Criminologia e/o le Scienze Forensi sono definite come l'insieme delle discipline in cui l'oggetto comune è la materializzazione di prove legalmente ammissibili, rilevate utilizzando metodologie scientifiche.
Il Corso: 'Criminologia, Tecniche di interrogatorio e rilevazione della menzogna' forma professionisti nell'ambito della Criminologia, della Sicurezza e delle Scienze Forensi che sappiano utilizzare le tecniche più avanzate di queste discipline.
Sedi di svolgimento
Roma: Via G. Soria, 13
Bari: Via A.M. Calefati, 177
Napoli: Via Enrico Pessina, 66
Durata
Il Corso si articola in 1 weekend.

Programma
Definizione ed evoluzione delle teorie criminologiche
- Origine del concetto di crimine
- Scuola classica
- Scuola positiva
- Teorie sociologiche
Vittimologia
- Origini e sviluppi
- Conseguenze della vittimizzazione
- Categorie di vittime
Crimini seriali
- Classificazione basata sul movente
- Personalità dell'assassino - Caratteristiche psicologiche, psichiatriche e sociologiche
- Omicidio seriale e classificazione
- Statistiche nazionali e internazionali
- Tecniche di investigazione
- Profilo psicologico e profilo geografico
Altri argomenti trattati*
- Dinamiche delle condotte pedofile
- Indicatori dell'abuso infantile
- Atteggiamenti vessatori (stalking, mobbing, straining, bullismo)
- Mafie nazionali e internazionali
- Tecniche di interrogatorio e tecniche di interrogatorio sul modello statunitense
- Scena del crimine, metodi e tecniche investigative
- Paul Ekman e le microespressioni facciali
- Effetto Brokaw ed effetto Otello
* Nelle diverse sedi i docenti, in relazione alla professione ed esperienza specifiche, trattano in modo più approfondito alcuni tra i seguenti argomenti.

Docenti
Ester Belfatto, Maria Elena Masciello.
Modalità di iscrizione
Per informazioni e iscrizioni contattare la segreteria tramite il form sottostante oppure ai numeri 085.2405332, 348.6616421.
Attestato
Viene rilasciato l'Attestato di partecipazione.

Contatta IGEA: Corso: 'Criminologia, Tecniche di interrogatorio e rilevazione della menzogna' - Roma - Napoli - Bari
Nome e Cognome:
Mail (obbligatorio):
Telefono (Opzionale):

Dove vuole svolgere la Formazione?      
Informazioni richieste:


Scarica il pdf: IGEA: Corso: 'Criminologia, Tecniche di interrogatorio e rilevazione della menzogna' - Roma - Napoli - Bari
CORSO: TUTOR DELL'APPRENDIMENTO PER STUDENTI CON DSA
Corso di alta formazione: 'Tutor dell'apprendimento per studenti con DSA'
Con il patrocinio dell'Associazione Italiana Specialisti in Neuropsicologia (AISN)
Durata: 3 moduli/weekend
Napoli, 10-11 Novembre, 1-2 e 15-16 Dicembre 2018
Roma, 10-11 e 24-25 Novembre, 15-16 Dicembre 2018
Cesena, 17-18 Novembre, 1-2 e 15-16 Dicembre 2018
Bari, 17-18 e 24-25 Novembre, 15-16 Dicembre 2018

Presentazione
Nell'ambito dei progetti di intervento in favore di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA), è sempre più frequentemente prevista la figura di un Tutor dell'apprendimento.
Il Tutor dell'apprendimento è un operatore qualificato a operare con studenti con DSA, svolgendo il ruolo di facilitatore e guida per i processi di apprendimento, di promotore dell'autonomia e di mediatore nei rapporti famiglia-scuola.
Obiettivi
Il Corso trasmette competenze teoriche e strumenti metodologici per svolgere l'attività di Tutor dell'apprendimento.
Sbocchi professionali
Il Tutor può operare in contesti scolastici ed extrascolastici, svolgendo attività di "doposcuola specialistici" con alunni di scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado.
Sedi di svolgimento
Pescara: Piazza Duca D'Aosta 28.
Roma: Via G. Soria 13.
Bari: Via A.M. Calefati 177.
Napoli: Via Enrico Pessina 66.
Firenze: presso Centro Nuvole e Parole - Viale dei Mille 111.
Cesena: presso UNAWAY Hotel Cesena Nord - Piazzale F. Modigliani 104.
Metodologia
Ogni modulo prevede una breve parte teorica, in cui sono fornite conoscenze basilari rispetto ai Disturbi Specifici dell'Apprendimento, e una più cospicua parte pratica, che riguarda nello specifico modalità, strumenti e strategie di intervento di un Tutor.

Programma
I modulo/weekend: Il tutoring e il disturbo specifico di scrittura
- Il disturbo specifico di scrittura: inquadramento teorico e principali modelli neuropsicologici
- Chi è il Tutor? Cosa fa?
- Le componenti emotive-relazionali del tutoring
- Implicazioni emotivo-comportamentali per lo studente
- La relazione del Tutor con lo studente, con la famiglia, con la scuola
- Come leggere una diagnosi di disturbo specifico di scrittura
- Come leggere un Piano Didattico Personalizzato redatto per uno studente con disturbo specifico di scrittura
- Strumenti compensativi e strumenti dispensativi nel disturbo specifico di scrittura
- Esercitazione: gli errori di scrittura
- Una parentesi: la gestione del tempo e dello spazio di studio
- Le fasi della produzione del testo scritto
- Esercitazione pratica: la produzione del testo scritto
II modulo/weekend: Il tutoring e il disturbo specifico di lettura
- Il disturbo specifico di lettura: inquadramento teorico e principali modelli neuropsicologici
- Come leggere una diagnosi di disturbo specifico di lettura
- Come leggere un Piano Didattico Personalizzato redatto per uno studente con disturbo specifico di lettura
- Strumenti compensativi e strumenti dispensativi nel disturbo specifico di lettura
- Strategie per una lettura efficace
- La comprensione del testo scritto
- Esercitazioni pratiche: la comprensione del testo narrativo e descrittivo
III modulo/weekend: Il tutoring e il disturbo specifico di calcolo
- Il disturbo specifico di calcolo: inquadramento teorico e principali modelli neuropsicologici
- Come leggere una diagnosi di disturbo specifico di calcolo
- Come leggere un Piano Didattico Personalizzato redatto per uno studente con disturbo specifico di calcolo
- Strumenti compensativi e strumenti dispensativi nel disturbo specifico di calcolo
- Gli errori con i numeri e l'intervento del Tutor
- Gli errori di calcolo e l'intervento del Tutor
- Strategie per la soluzione dei problemi
- Esercitazione pratica: risolvere un problema

Stage
Il Corso prevede la possibilità di svolgere un'esperienza di formazione in doposcuola specialistici, nell'osservazione e affiancamento a tutor esperti.
Lo stage, facoltativo, ha la durata di 30 ore e può iniziare dopo il primo weekend di lezione e concludersi entro 6 mesi dalla conclusione del Corso.
Lo stage può essere svolto presso strutture già partner della formazione o l'allievo può attivare nuove partnership richiedendo la modulistica alla segreteria.
Modalità di iscrizione
Per informazioni e iscrizioni contattare la segreteria tramite il form sottostante oppure ai numeri 085.2405332, 348.6616421.
Attestato
Viene rilasciato l'Attestato di "Tutor per i Disturbi Specifici dell'Apprendimento".
Chi lo desidera può inserire il proprio nominativo e i propri recapiti nel registro dei Tutor DSA del Centro.

Contatta IGEA: Corso di alta formazione: 'Tutor dell'apprendimento per studenti con DSA' - Pescara - Roma - Bari - Napoli - Firenze - Forli'-Cesena (Cesena)
Nome e Cognome:
Mail (obbligatorio):
Telefono (Opzionale):

Dove vuole svolgere la Formazione?      
Informazioni richieste:


Scarica il pdf: IGEA: Corso di alta formazione: 'Tutor dell'apprendimento per studenti con DSA' - Pescara - Roma - Bari - Napoli - Firenze - Forli'-Cesena (Cesena)
CORSO DI PSICOPEDAGOGIA: ASSISTENTE PER L'INFANZIA
Corso di formazione: 'Assistente di infanzia'
Durata: 332 ore (lezioni in aula e FAD, stage esperienziale, ...)
Pescara, 17-18 Novembre, 1-2 Dicembre 2018

Presentazione
L'Assistente di Infanzia è un operatore socio-educativo impegnato nell'attività di animazione, alimentazione, assistenza e vigilanza dei bambini nella prima e seconda infanzia.
L'assistente che presta il suo servizio deve avere competenze e capacità in continuo aggiornamento, specializzandosi nell'accudimento e nelle attività ludico-ricreative, in modo da ottenere una professionalità per l'assistenza al neonato e all'infante.
Obiettivi
Il percorso formativo trasmette:
- conoscenza delle principali teorie sullo sviluppo del bambino
- conoscenze sulle tappe di sviluppo del bambino, sia sul piano motorio sia affettivo e relazionale
- abilità di cura e accudimento del bambino
- capacità di strutturare un progetto educativo
- principali tecniche di animazione
Sbocchi professionali
Dopo aver conseguito l'Attestato di formazione, è possibile svolgere la propria attività presso nidi, scuole d'infanzia, ludoteche, centri gioco e strutture educative integrative agli asili nido, asili condominiali e aziendali, comunità educative residenziali e semiresidenziali, centri diurni per minori, soggiorni estivi per bambini, nido e micronido, baby parking...
Sedi di svolgimento
Pescara: Piazza Duca D'Aosta 28.
Roma: Via G. Soria 13.
Durata
Il Corso di formazione: 'Assistente di infanzia' ha la durata di 332 ore:
- 90 di programma teorico (7 moduli) suddivise in lezioni in aula e FAD
- 200 di stage esperienziale
- 42 di studio individuale e stesura della tesina finale

Programma teorico
I modulo: Introduzione
- L'assistente all'infanzia: profilo professionale, ruoli, competenze, formazione
- L'educatore/trice d'infanzia: profilo professionale, ruoli, competenze, formazione
- Sbocchi occupazionali
- Il lavoro d'équipe
- Burnout: definizione e prevenzione
II modulo: Elementi di Psicologia e Pedagogia
- Sviluppo cognitivo: teoria dello sviluppo cognitivo di Piaget, teoria dello sviluppo socio cognitivo di Vygotskij
- Sviluppo emotivo: concezione infantile delle emozioni (teoria della mente), competenza emotiva
- Sviluppo delle competenze sociali: teoria dell'attaccamento di Bowlby, creare le relazioni (famiglia e relazioni tra pari)
- Sviluppo del linguaggio: il corso evolutivo del linguaggio, acquisizione del linguaggio, Pedagogia generale, Pedagogia speciale
III modulo: Intelligenza emotiva e paternità
- Lo sviluppo dell'intelligenza emotiva
- Lo sviluppo del ruolo paterno
IV modulo: Cura, igiene e sicurezza del bambino
- Cambio di pannolini
- Alimentazione e svezzamento
- Tecniche di rilassamento e massaggi
- Le principali malattie del bambino: elementi di patologia e farmacologia
- Igiene, sicurezza e organizzazione degli ambienti
- Nozioni di primo soccorso e tecniche di disostruzione pediatrica (teoria + prova pratica)
V modulo: Progetto educativo e programmazione didattica
- Gestione degli spazi all'interno delle strutture che accolgono i bambini
- Inserimenti e gestione della separazione
- Come si struttura un progetto educativo: il ruolo e l'importanza del gioco (gioco simbolico, di manipolazione e di drammatizzazione); filastrocche e canzoni mimate: importanza e valore educativo; laboratori creativi; leggiamo una storia: tecniche di lettura ad alta voce; principali tecniche di animazione: sculture di palloncini, trucca bimbi, baby dance e giochi di gruppo
VI modulo: Tematiche di approfondimento
- Bambini con bisogni di tipo "speciale": approccio educativo alle disabilità
- L'incontro con un bambino autistico: conoscere il disturbo per comprendere il comportamento
- Il metodo Montessori: "La cultura si deve lasciar prendere attraverso l'attività, con l'aiuto di materiali che permettano al bambino di acquistarla da solo, spinto dalla natura della sua mente che cerca, e diretto dalle leggi del suo sviluppo"
VII modulo: Elementi amministrativi, diritto e web marketing
- La normativa regionale-provinciale-comunale e le pratiche burocratiche su nidi d'infanzia-ludoteche-tagesmutter-scuole dell'infanzia

Stage
A conclusione delle lezioni viene avviato lo stage della durata di 200 ore.
Lo stage può essere svolto presso le strutture già partner della formazione o l'allievo può attivare nuove partnership.
Modalità di iscrizione
Per informazioni e iscrizioni contattare la segreteria tramite il form sottostante oppure ai numeri 085.2405332, 348.6616421.
Attestato
A conclusione del percorso, previo superamento dell'esame finale, viene rilasciato l'Attestato di formazione.
Viene rilasciato l'Attestato di partecipazione per ciascuno dei seguenti moduli: Primo soccorso pediatrico; Tecniche di animazione; L'incontro con un bambino autistico, conoscere i BES; Il metodo Montessori; Il massaggio infantile.
Chi lo desidera può attivare gratuitamente la pagina professionale all'interno del registro degli Assistenti di Infanzia del Centro.

Contatta IGEA: Corso di formazione: 'Assistente di infanzia' - Pescara - Roma
Nome e Cognome:
Mail (obbligatorio):
Telefono (Opzionale):

Dove vuole svolgere la Formazione?      
Informazioni richieste:


Scarica il pdf: IGEA: Corso di formazione: 'Assistente di infanzia' - Pescara - Roma
CORSO: LIS - LINGUA DEI SEGNI ITALIANA
Corso base: 'LIS - Lingua dei Segni Italiana'
Durata: 42 ore (26 ore FAD + 16 ore/1 weekend a Pescara o a Roma)
Pescara, 27-28 Ottobre 2018
Roma, 17-18 Novembre 2018

Presentazione
La Lingua dei Segni Italiana (LIS) rappresenta per la persona sorda uno strumento per raggiungere un completo sviluppo cognitivo, linguistico e relazionale, determinando integrazione, identità e cultura.
Un linguaggio da utilizzare non solo fra sordi, bensì un modo, quasi esclusivo, che consente una comunicazione attiva tra la persona udente e non.
Nel terzo millennio la LIS si sta affermando fermamente nei contesti sia pubblici che privati, sviluppando lentamente sul territorio italiano nuove figure professionali che favoriscono l'integrazione, la crescita e la formazione dal punto di vista scolastico ed extra scolastico.
Obiettivi
Il Corso, suddiviso in una parte teorica e in una pratica, prevede da un lato l'apprendimento della LIS, consentendo ai corsisti l'acquisizione delle competenze di base, sia teoriche che pratiche, necessarie a sostenere una semplice conversazione con persone sorde segnanti; dall'altro lato include l'analisi delle problematiche relative alla sordità e alla comunità sorda, realizzando un percorso formativo finalizzato alla sensibilizzazione degli udenti circa le difficoltà connesse al deficit uditivo, alla trasmissione della storia e della cultura della comunità sorda e alla promozione di una migliore integrazione tra sordi e udenti nei diversi ambiti della vita quotidiana (familiare, educativo, scolastico e professionale).
Destinatari
Il Corso base: 'LIS - Lingua dei Segni Italiana' è rivolto a Insegnanti, Educatori, Operatori scolastici, figure sanitarie e tutti coloro che lavorano in ambito sociale, ma è aperto a chiunque desideri conoscere e imparare la lingua dei segni.
Sedi di svolgimento
Roma: Via G. Soria 13.
Pescara: Piazza Duca D'Aosta 28.

Programma
Argomenti:
- Comparazione Lingua Italiana e Lingua dei Segni Italiana
- Fondamenti base di grammatica della Lingua dei Segni Italiana
- Articolazione dei segni: componenti manuali e non manuali
- Uso del tempo e dello spazio
- Frase affermativa, negativa e interrogativa
- Pronomi personali, possessivi e interrogativi
- Caratteristiche della Comunità e della Cultura Sorda Italiana
- Storia e attualità della Lingua dei Segni Italiana
- Regole di comportamento nella comunicazione con le persone sorde
Parte esperienziale:
- Ginnastica manuale
- Espressioni facciali e labiali
- Dattilologia (alfabeto manuale)
- Segni - nome
- Nozioni base: forme di saluto, presentazione ed espressioni frequenti
- Acquisizione dei vocaboli base: nomi comuni di cosa, di oggetti astratti e concreti (i colori, le stagioni, i giorni della settimana, i mesi); nomi di persona (i membri della famiglia)
- Produzione di frasi e brevi dialoghi
- Esercitazioni pratiche, simulazioni, lavori mnemonici, giochi per la stimolazione visiva e manuale

Modalità di iscrizione
Per informazioni e iscrizioni contattare la segreteria tramite il form sottostante oppure ai numeri 085.2405332, 348.6616421.
Attestato
Viene rilasciato l'Attestato di formazione Corso base: 'LIS - Lingua dei Segni Italiana'.

Contatta IGEA: Corso base: 'LIS - Lingua dei Segni Italiana' - Pescara - Roma
Nome e Cognome:
Mail (obbligatorio):
Telefono (Opzionale):

Dove vuole svolgere la Formazione?      
Informazioni richieste:


Scarica il pdf: IGEA: Corso base: 'LIS - Lingua dei Segni Italiana' - Pescara - Roma
CORSO DI PROGETTAZIONE SOCIALE
Corso di alta formazione: 'Progettista degli interventi sociali'
Durata: 2 weekend (24 ore)
Pescara, 17-18 Novembre, 15-16 Dicembre 2018
Roma, 19-20 Gennaio, 16-17 Febbraio 2019

Obiettivi
Il Corso fornisce strumenti metodologici e interpretativi utili alla stesura di progetti di intervento relativi al contesto sociale.
Si parla quindi di interventi in ambito scolastico, dei servizi socio-assistenziali e della comunità più allargata.
Sedi di svolgimento
Roma: Via G. Soria, 13
Pescara: Piazza Duca D'Aosta, 28
Durata
Il Corso si articola in 2 weekend (sabato ore 14-18, domenica ore 10-18).

Programma
Modulo I: Introduzione alla progettazione sociale
- Cosa si intende per progetto
- Perché progettare
- Le caratteristiche del contesto sociale
Modulo II: Gli strumenti del progettista
- I differenti approcci alla progettazione sociale: sinottico razionale, concertativo ed euristico
- Il diagramma di Gantt per la pianificazione dei tempi di esecuzione progettuale
- Bandi e formulari: lettura di bandi e visione di alcune tipologie specifiche di formulari
Modulo III: Il processo progettuale
- Modelli teorici: riferimenti per guidare l'azione
- Analisi dei bisogni: strumenti e tecniche
- La sequenza delle tappe logiche: ideazione, attivazione, progettazione, realizzazione e valutazione
Modulo IV: Scrivere un buon progetto
- Definizione e analisi del problema
- Identificazione degli obiettivi
- I beneficiari dell'intervento
- Modelli di intervento e attività
Modulo V: Le valutazioni
- Differenti tipi di approcci alla valutazione
- Valutazioni ex-ante, ex-post, in itinere
- Valutazioni di efficacia, valutazioni di efficienza
Modulo VI: Dalla teoria alla pratica
- Prove pratiche di progettazione supervisionate: l'esplicazione di un'idea in progetto
- Realizzazione di un progetto di intervento in ambito scolastico, socio-sanitario, educativo e in genarale di prevenzione del disagio e promozione del benessere
- Presentazione del progetto al gruppo classe

Docente
Massimiliano Stocchi
Modalità di iscrizione
Per informazioni e iscrizioni contattare la segreteria tramite il form sottostante oppure ai numeri 085.2405332, 348.6616421.
Attestato
Viene rilasciato l'Attestato di partecipazione.

Contatta IGEA: Corso di alta formazione: 'Progettista degli interventi sociali' - Pescara - Roma
Nome e Cognome:
Mail (obbligatorio):
Telefono (Opzionale):

Dove vuole svolgere la Formazione?      
Informazioni richieste:


Scarica il pdf: IGEA: Corso di alta formazione: 'Progettista degli interventi sociali' - Pescara - Roma

IGEA: Centro Promozione Salute
Pescara: Piazza Duca D'Aosta, 28 - 085.2405332 - 348.6616421
Napoli: per info 085.2405332 - 348.6616421
Roma: per info 085.2405332 - 348.6616421
Bari: per info 085.2405332 - 348.6616421
Firenze: per info 085.2405332 - 348.6616421
Forli'-Cesena (Cesena): per info 085.2405332 - 348.6616421
www.igeacps.it